Spazio Arti Naturali è sede della Branch “Original Internal Power Tai Chi Association”
spazioartinaturali@gmail.com | Cell 335.70.86.008 | Cell 340.541.5587

Progetto Schiena Metodo Back School

Progetto Schiena Metodo Back School

Parte il  Progetto Schiena   Metodo Back School  Per sconfiggere il mal di schiena
L’attività di Back-School prevede l’insegnamento dei principi cardine per la correzione dei difetti posturali e delle patologie che interessano la colonna vertebrale.

 

La Back School si è dimostrata la metodica più efficace e duratura nel trattamento dei dolori vertebrali; è in un certo senso rivoluzionaria, in quanto rende il soggetto sofferente non più passivo esecutore di cure prescritte dal medico, ma attivo protagonista del suo trattamento, diventando così primo responsabile della propria salute.
La Back school non è semplicemente ginnastica per il mal di schiena, ma una vera e propria scuola: i metodi tradizionali vengono completati con l’apporto dei moderni metodi di chinesiterapia (terapia meccanica di McKenzie, metodo Feldenkrais, metodo Alexander,…)

Nelle lezioni di gruppo verrà praticata una ginnastica di tipo antalgico, alla quale verranno integrate tecniche di respirazione, sedute di rilassamento, potenziamento muscolare specifico (stabilizzatori della postura, verrouillage, etc), mobilizzazione articolare e ginnastica propriocettiva. L’obiettivo finale è la conoscenza e la gestione del proprio corpo in relazione alle posizioni e ai gesti che esso può compiere nell’arco delle 24 ore. Gli allievi verranno istruiti a riconoscere tutti quegli atteggiamenti e movimenti che sono causa di dolore o di scompensi posturali e a sostituirli con quelli fisiologicamente corretti; il tutto rafforzato da una ginnastica correttiva mirata sia alla riduzione del dolore sintomatico che al riequilibrio posturale.

Nelle lezioni individuali verrà invece analizzato il caso specifico: verrà effettuato un esame della postura e stilato un programma individuale sia di sedute in palestra che di esercizi giornalieri. L’insegnante seguirà l’allievo durante le sedute, monitorandone i progressi e variando il programma in base alle esigenze del singolo.